venerdì 21 febbraio 2014

21 febbraio 2014, ore 20:45 - PRIMA LE MAMME E I BAMBINI

Interessante incontro organizzato da Medici con l'Africa Como sulla Salute Materno-Infantile in Italia, in Africa e nel Mondo.

Un incontro che cerca di focalizzare le ragioni di queste disparità, spesso sconosciute o solo sfiorate, affidandoci a donne professioniste competenti e con esperienza sia in Paesi disagiati che in Italia.
Un incontro che vuole aiutare a cambiare le prospettive di noi occidentali troppo spesso inique, perché ridurre le morti per parto non solo salva bambini e non è solo questione di salute.


lunedì 23 settembre 2013

Un riconoscimento ai Medici con l'Africa Como

Sabato 21 settembre si è tenuta la premiazione delle associazioni vincitrici del bando “Avviso pubblico per la concessione di contributo a sostegno di progetti di solidarietà e cooperazione internazionale 2012” del Comune di Como. 
L’edizione del bando 2012 era la nona e ha visto la partecipazione di 17 candidature.
Il secondo premio (pari ad un contributo di € 6.000) è stato dato all'Associazione MEDICI CON L’AFRICA per il progetto "Riqualificazione del laboratorio nell’ospedale diocesano Popo John’s Hospitale Uganda".
Il progetto è inserito in un ampio programma per il miglioramento della salute nel distretto di Oyam, attraverso la riqualificazione dell’ospedale di Aber.
Nello specifico le azioni previste guardano soprattutto alla qualità dei servizi sanitari materni e infantili, con l’obiettivo di ridurre la mortalità materna e neonatale. L’associazione prevede l’acquisto di attrezzature, corsi di riqualificazione del personale, il rinnovo e l’adeguamento di alcuni locali, come un laboratorio, fondamentale per effettuare correttamente alcune diagnosi che interessano soprattutto donne gravide e bambini.

Per maggiori informazioni: Comune di Como

domenica 15 settembre 2013

Il derby d'Italia termina in parità

Fonte: CalcioBlog scritto da Antonio D'Avanzo

Termina in parità l’attesissimo confronto tra Inter e Juventus. Risultato tutto sommato giusto per l’equilibrio visto in campo con occasioni per entrambe le formazioni. Un po’ più pericolosa l’Inter nel primo tempo, meglio la Juventus nel finale di partita. Negli ultimi minuti i bianconeri hanno avuto a disposizione la palla del ko dopo aver recuperato lo svantaggio con il pareggio immediato. Non è stata una partita bellissima sotto il profilo squisitamente estetico del calcio, segno evidente che la posta in palio era ambita da entrambe le formazioni. L’Inter, ad ogni modo, ha dimostrato ancora una volta di poter giocare con un piglio diverso rispetto alla scorsa stagione e la mano di Mazzarri si vede.

Nei primi minuti di gioco la Juventus sembra meno timorosa, ma la prima conclusione pericolosa è dell’Inter con Nagatomo che costringe Buffon a deviare in angolo. Alla mezz’ora il primo vero affondo importante degli ospiti con Pogba che calcia di interno sinistro (assist di Pirlo) impegnando severamente Handanovic. L’Inter risponde nel finale di tempo con Taider che da posizione defilata sulla sinistra in area di rigore manda il pallone sulle mani di Buffon che respinge in calcio d’angolo. Nella ripresa Conte lascia a riposo Lichtsteiner, già ammonito (sempre piuttosto nervoso contro l’Inter) e fa entrare Isla.

Al 58′ occasione per la Juventus. Tevez ruba palla a centrocampo, avanza e serve Vidal che da buona posizione spara il pallone completamente a lato. Esce anche Vucinic per Quagliarella ma al ‘68 arriva la prima svolta della gara con l’uscita di Taider per Icardi nell’Inter. Cinque minuti dopo l’ex sampdoriano trafigge Buffon trasformando in oro un assist in verticale di Alvarez. Gli interisti esultano, ma per pochissimi minuti perché poco dopo Vidal si libera per il tiro in area di rigore dopo un assist di Asamoah dalla destra e batte Handanovic. L’Inter accusa il colpo, la Juve va vicinissima al vantaggio a due minuti dal termine: Vidal colpisce di testa, Handanovic respinge sui piedi di Isla, ma l’oggetto del desiderio mancato del calciomercato nerazzurro da due passi spara altissimo.



sabato 14 settembre 2013

sabato 14 settembre 2013 - SERATA LARIANA PRO UGANDA

L'Associazione "Francesco Paganoni"
organizza 
"SERATA LARIANA"
sabato 14 settembre 2013, dalle ore 19:30
presso "LA FESTA DI SETTEMBRE" via Spinada, Cucciago

La serata sarà animata con musica dal vivo.

Il ricavato verrà devoluto all'Associazione "Medici con l'Africa Como" che provvederà all'acquisto di macchinati destinati all'Ospedale di Angal in Uganda.

VI ASPETTIAMO




lunedì 2 settembre 2013

Verso la caccia alla zebra:Catania – F. C. INTER : 0 – 3

Fonte: Inter Club Atene




CATANIA - Seconda giornata di campionato, seconda vittoria, terza se si conta anche il turno di Coppa Italia. L'Inter di Walter Mazzarri vince ancora e lo fa con la propria porta che resta inviolata. A segno Palacio, Nagatomo e Alvarez. Ma partiamo dall'inizio. Per affrontare il Catania Mazzarri sceglie davanti ad Handanovic la difesa a tre con Campagnaro, Ranocchia e Juan Jesus, a centrocampo Jonathan e Nagatomo sugli esterni, al centro Kovacic, Cambiasso e Guarin. In attacco Palacio supportato da Alvarez.

Parte aggressivo il Catania, ma risponde bene l'Inter prima con Jonathan e poi con Alvarez. Al 19' è poi Palacio a portare in vantaggio la squadra: grande azione di Jonathan che crossa al centro dal fondo, l'argentino non può sbagliare. E' con questo risultato che si conclude il primo tempo, con Spolli che nel recupero avrebbe meritato il rosso per il fallo su Palacio.

Inizia forte l'Inter nel secondo tempo e al 4' ai nerazzurri manca un rigore a seguito del contatto Alvarez-Palacio nell'area del Catania. Poco dopo l'Inter raddoppia comunque, all'11': Palacio mette al centro e Nagatomo di testa segna sul secondo palo. Altra palla-gol per i nerazzurri, al 33', con Belfodil, ma è fuorigioco; il tris però arriva pochi istanti dopo con una grandissima azione di Alvarez, che da poco dentro l'area segna con un diagonale perfetto al 35'. Catania-Inter termina così 0-3, nerazzurri a sei punti, buona anche la seconda.

CATANIA-INTER 0-3

Marcatori: 19' Palacio, 11' st Nagatomo, 35' st Alvarez

Catania: 21 Andujar; 22 Alvarez (17' st Rolin), 6 Legrottaglie, 3 Spolli, 18 Monzon; 13 Izco (42' Maxi Lopez), 7 Tachtsidis, 4 Almiron; 19 Castro, 9 Bergessio, 11 Leto (21' st Doukara)
A disposizione: 1 Frison, 34 Ficara, 20 Freire, 23 Boateng, 24 Gyomber, 31 Cabalceta, 32 Petkovic
Allenatore: Rolando Maran
Inter: 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 23 Ranocchia, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan (38' st Wallace), 13 Guarin (23' st Belfodil), 19 Cambiasso, 10 Kovacic (44' Taider), 55 Nagatomo; 11 Alvarez; 8 Palacio
A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 6 Andreolli, 9 Icardi, 17 Kuzmanovic, 25 Samuel, 31 Pereira, 35 Rolando, 90 Olsen
Allenatore: Walter Mazzarri
Arbitro: Damato (sezione arbitrale di Barletta)
Note. Ammoniti: 43' Nagatomo, 47' Spolli, 21' st Andujar, 27' st Doukara. Recupero: pt 2, st 3.

martedì 27 agosto 2013

E' il momento giusto per iscriversi all'Inter Club Kayunga

Care e cari,
il campionato è appena iniziato e siamo già in testa.
E' il momento giusto per iscriversi all'Inter Club Kayunga.

Comunicate le adesioni attraverso i vostri soci di riferimento o inviando mail di conferma all’indirizzo ernyele@alice.it ricordando che per i rinnovi bastano nome e cognome, mentre per le nuove adesioni servono codice fiscale, luogo e data di nascita, residenza, professione e recapito (e-mail e telefono).

Le quote sono invariate rispetto alla passata stagione:
# senior 25 euro;
# junior (con meno di 14 anni al 1/07/2013) 10 euro.
Con l'eccedenza rispetto alla quota stabilita dal Coordinamento Inter Club, paghiamo le quote dei soci ugandesi.
Termine tassativo entro e non oltre 30 settembre 2013, meglio ancora se prima.

Chi vuole essere aggiornato ci trova su:

Grazie.

...perché noi siamo fratelli del mondo